QUANTO TEMPO CI VUOLE PER IMPARARE A SUONARE?
Domanda da un milione di dollari! Innanzitutto bisognerebbe stabilire cosa significa "saper suonare": significa essere in grado di eseguire un assolo difficilissimo davanti a migliaia di persone o strimpellare una canzone assieme a alcuni amici?
In ogni caso imparare a suonare richiede del tempo, qualche mese per avere dei risultati visibili, un anno in media per fare qualcosa di davvero musicale. Ma la soddisfazione è enorme e poi sono capacità che ti rimangono per sempre!
Molto dipende anche comunque dal tempo che si ha per esercitarsi, mezz'ora o un'ora al giorno sono due cose diverse, l'una il doppio dell'altra, in un mese fa quindici ore contro trenta. Ad ogni modo la costanza, anche se per pochi minuti al giorno, premia sempre. E il segreto è DIVERTIRSI GIORNO PER GIORNO, senza lo stress del "ma quando imparerò?"
 
 
E' MEGLIO PARTIRE DALLA CHITARRA ELETTRICA O ACUSTICA?
Dunque, con l'acustica si possono mettere tutte le basi necessarie, e riprodurre moltissimi brani di musica leggera, per passare in un secondo tempo alla chitarra elettrica. Ma se hai già le idee chiare, nel tuo cuore batte il rock allora fregatene di tutto e vai direttamente in elettrico! Se fai qualcosa che ti piace davvero impari più in fretta e meglio.
 
 
STRIMPELLO DA QUALCHE ANNO A ORECCHIO MA NON HO MAI CAPITO DAVVERO QUELLO CHE STO FACENDO, PUOI AIUTARMI?
Assolutamente si. Molte persone suonano e ottengono anche dei buoni risultati ma si rendono conto dopo un po' di non riuscire a andare oltre da soli e di avere delle lacune, delle zone d'ombra su argomenti non ben compresi, difficoltà varie. In questi casi è necessario fare insieme un'analisi e una mappa esatta delle "lacune" e intervenire con un lavoro mirato. Basta volerlo.
 
 
A ME PIACE SOLO UN GENERE MUSICALE E VOGLIO SUONARE SOLO QUELLO, PUOI AIUTARMI?
Certo. Cercherò sempre di aiutarti a capire che fossilizzarsi su un solo genere è qualcosa di davvero limitante e alla lunga noioso, ma rispetto assolutamente i gusti di ciascuno e sono disponibile a percorsi focalizzati su argomenti e linguaggi specifici.
 
 
MI PIACEREBBE SOLO IMPARARE A STRIMPELLARE QUALCHE CANZONE CON GLI AMICI, E' POSSIBILE?
Si. Spesso in questo caso può essere utile durante le lezioni affrontare anche alcune questioni legate alla voce e al canto, perché nella musica leggera la chitarra produce l'accompagnamento, e da sola non è sufficiente a rendere l'idea della canzone. Riuscire a suonare e cantare insieme richiede capacità coordinativa, ma è una cosa davvero divertente.
 
 
NON SO LEGGERE LA MUSICA E NON SO SE AVRÒ' VOGLIA DI IMPARARLO, E' DAVVERO NECESSARIO?
Personalmente credo che in ambito di musica rock e leggera non sia strettamente necessario. Qualcuno potrebbe contestare questa affermazione, ma di fatto molte delle persone che smettono di suonare nelle prime fasi è perché si scontrano con questo muro della lettura. Io credo che almeno in un primo momento se ne possa e se ne debba fare a meno. Con musicisti avviati sono invece favorevole alla lettura come strumento di studio.
 
 
HO STUDIATO FINO AD ORA TRAMITE LE "TAB", IMPARANDO A MEMORIA MOLTE CANZONI CHE MI PIACCIONO, E' UN BUON METODO?
Le tab sono strumenti molto efficaci ma hanno degli enormi limiti. Pongono poca attenzione sugli aspetti ritmici, dicono poco sull'interpretazione da dare e sulla mano destra, non dicono niente del senso armonico e musicale di quello che stiamo facendo. Quello delle tab è un approccio mnemonico destinato a non andare molto lontano, se mi trovo su un'isola deserta con la chitarra ma senza tab, che faccio, non suono??
 
 
SONO ANDATO PER QUALCHE TEMPO DA UN MAESTRO CON CUI NON MI SONO TROVATO BENE, E ADESSO SONO RESTIO NEL RIPROVARCI. COME SI FA A RICONOSCERE UN BRAVO INSEGNANTE?
Alcuni colleghi maestri sono ottimi chitarristi ma davvero pessimi insegnanti. Può essere estremamente frustrante imbattersi nella persona sbagliata. La persona sbagliata è quella che non sa capire chi sei, che vuole importi un percorso che non è quello giusto per te. Un bravo insegnante invece cerca di conoscerti, ti fa migliaia di domande e tiene costantemente in considerazione tutti gli aspetti tecnici, musicali, di attitudine, e soprattutto umani.
 
 
C'E' QUALCHE DIFFERENZA TRA TE E GLI ALTRI INSEGNANTI?
Personalmente credo che il mio punto di forza sia di aver insegnato a decine e decine di persone con le esigenze più diverse: da ragazzi molto giovani con una grande ambizione dal punto di vista tecnico, a persone che suonano da molti anni ma che non ne sono soddisfatte, a persone con un'età magari avanzata che vorrebbero realizzare il sogno di riuscire a suonare. E per ciascuno ho sempre avuto il massimo della pazienza e dell'attenzione, o almeno così loro dicono di me!
 
 
VORREI PROVARE A INIZIARE MA NON SONO SICURO DI RIUSCIRCI, HO PAURA DI BUTTARE TEMPO E SOLDI.
Per quanto riguarda le lezioni faccio sempre un primo incontro senza impegno in cui spiegare meglio i primi passi da compiere, conoscersi e individuare insieme gli obiettivi e di conseguenza il programma personalizzato. Per lo strumento ti consiglio di comprare una chitarra più economica possibile, oggi ce ne sono di davvero avvicinabili (anche attorno ai cinquanta euro) e che funzionano perfettamente per iniziare.
In generale ti garantisco che sono pochissime le persone che, dopo aver iniziato, non si lasciano affascinare da questo straordinario strumento.
Provare in realtà non costa niente, e può solo avere conseguenze positive!